Eugenia Carraro @ec.draft
@ec.draft
"Mi chiamo Eugenia, abito a Bologna e disegnando mi sono impegnata in un'interminabile ricerca della bellezza.
I miei soggetti fluttuano in un'esistenza fatta di temi kinky, crisi esistenziali e malinconia.
Questo percorso mi ha portata faccia a faccia con i miei pregiudizi e con quelli degli altri.
Mi sono presto resa conto che, nonostante il dialogo sulla libertà di espressione si faccia sempre più aperto, questa spesso esponga a rischi di ostracismo. Da allora, quando al tema della libertà di espressione si accosta quello della nudità, mi espongo con una posizione che ne favorisca la normalizzazione – o meglio, legittimazione.
E parlo di corpi veri, corpi “finti”, corpi che si accettano così come sono o che cambiano quello che vogliono.
Tra un'utopia e l'altra, immagino un futuro dove, su internet come nella realtà, il nudo possa continuare a esistere in quanto “artistico” ma anche solo come “nudo”, dove i capezzoli femminili possano godere dell'indifferenza propria a quelli maschili, in cui un nude possa essere mandato per amore come per svago, e mai usato come un'arma."