IAMNKD STORIES: AYCE
BY: Ayce - @ayce_nk

Sono Ayce, vivo a Milano, ho 24 anni e sono una Chubby Nerd Tatuata, paladina della giustizia h24...​

E che quando non lavora con gli animali passa il tempo a mangiare o a fare/partecipare a qualche bel progetto artistico.​

Perché Ayce? Ayce è il mio nome d’arte e nasce dall’acronimo della frase All You Can Eat (solitamente utilizzata dai ristoranti giapponesi) che è decisamente un qualcosa che mi rappresenta al 100%, cioè zero limiti ed ovviamente SUSHIII!

1. Ti va di raccontarci la tua esperienza su un set fotografico? com’è nato questo desiderio e come è andata?
Tutto è nato da qui, dal desiderio di partecipare a questo splendido progetto e far parte di questa grande famiglia! Ho conosciuto il progetto grazie ai social, e quando ho scoperto che si sarebbe tenuto un set extra qua a Milano, mi sono subito candidata senza ripensamenti (nonostante fosse il mio primo set fotografico in assoluto ed oltretutto di NUDOOO).

Nonostante l’inibizione iniziale è stato tutto super piacevole e divertente grazie alla persona che mi ha accolta con una dolcezza (ed una pazienza) incommensurabile, ovvero la cara MISS SORRY.

2. Come ti fa sentire posare senza vestiti? Ti fa sentire meglio o come?
Penso che il posare nudi sia un enorme atto di fiducia, soprattutto quando si parla di persone che fino a quel momento si sono viste come “non adatte” al ruolo e che quindi fanno più fatica a mostrarsi in tutto e per tutto.

Sono sempre stata una ragazza che se ne frega dell’opinione che le persone hanno di me (ancor di più se non richiesta o volta a far male), ma devo dire che posare nuda mi ha aiutata a scacciar via i cattivi pensieri, cancellare ogni inibizione e poter godere del risultato di come gli altri mi vedono arrivando ad accettarmi e amarmi ancora di più.

3. Che rapporto hai con i social network? Quali sono gli aspetti positivi e negativi del mostrarsi
su queste piattaforme?

Devo dire che mi divertono e fanno incazzare allo stesso tempo.
I social sono un’arma a doppio taglio, il risultato dipende da chi e come li usa.

Gli aspetti positivi sono: la “popolarità” di questi social che aiuta molte persone a farsi conoscere e quindi poter promuovere il proprio lavoro (soprattutto quando si parla di artisti), la facilità con la quale si può conoscere e ci si può mettere in contatto con persone MOOOLTO lontane da noi, la disponibilità di poter imparare da persone che sono più informate o che hanno più esperienza di noi su argomenti che ci stanno a cuore o ci interessano potendo seguire il loro profilo con un semplice Click e il supporto che si può dare ed ottenere attraverso gesti semplici come un commento e un “like”.

Aspetti negativi? La censura infondata, la visibilità che viene data all’utente, che purtroppo dà la possibilità di essere rintracciati anche da persone con intenzioni deplorevoli e quindi di mettersi potenzialmente in pericolo, la disponibilità che hanno TUTTI (minori compresi) di poter postare/divulgare contenuti dannosi per gli altri come disinformazione, violenza, frodi, contenuti privati di altre persone (revenge porn) eccetera, la “libertà” di poter commentare di tutto e di più dando libero sfogo anche a persone represse e/o ignoranti che per sentirsi meglio passano la giornata a spalare merda sugli altri (shit-storm).

4. Che cos’è per te la Body Positivity?
Il Body positive è empatia a “livello fisico” ossia l’accettazione della bellezza e della diversità di corpi non uguali al nostro.
È amore verso il corpo (e di conseguenza all’anima) di noi stessi, come degli altri.

Se fossimo tutti uguali cosa ci renderebbe realmente unici?

La vita è la tela, le esperienze sono i colori e il nostro corpo è arte.

5. Ti è mai capitato di avere esperienze con haters? Se sì, come ti difendi?
Ovvio!
Dipende dal caso umano di turno.

Solitamente mi piace discutere con chi fa certi idioti per poter “studiare” (mi sento molto The Mentalist) le dinamiche di certe menti tristi, malate o corrotte… e in realtà anche per vedere se dopo le mie spiegazioni le lampadine dell’empatia dell’intelligenza del tizi* in questione si riescono ad accendere o meno (se così non fosse mando a fanculo e maledico l’umanità per l’ennesima volta ).

6. A proposito di shitstorm: mai subite? Cosa pensi a riguardo? Hai notato se nel tuo caso sono
maggiormente uomini o donne?

Non credo di aver mai ricevuto una vera e propria shit-storm… Ricevo commenti idioti ogni tanto, ma niente di più.

Gli uomini sono più diretti se vogliono dire un qualcosa mentre le donne sono delle vere e proprie vipere (ovviamente non tutte) perché fanno “buon viso a cattivo gioco”: davanti tutte Cute e poi dietro a sparlare pensando che io non lo venga mai a sapere. ILLUSE!

7. Che rapporto hai con il tuo corpo? Pensi che il posare nuda ti abbia aiutata ad amarlo o
apprezzarlo maggiormente?

Il rapporto con il mio corpo sta nettamente migliorando (nonostante l’immensa voglia che ho di buttar giù quei rotolini extra ).

Il posare nuda dà un enorme senso di libertà e grazie alla fotografia ho cominciato ad amare lati di me (e non solo a livello fisico) che fino a quel momento disprezzavo con tutta me stessa.

Un grazie enorme a Miss Sorry e a tutti i fotografi che mi hanno aiutato in questo percorso.

8. Ti hanno mai giudicato per le tue scelte (lavorative e non)?
Purtroppo l’essere umano GIUDICA SEMPRE E COMUNQUE, volontariamente e non… ma sta a noi decidere se farci coinvolgere da pensieri così impulsivi tanto da farci guidare da essi.

Io ho sempre fatto quello che volevo proprio perché so di essere l’unica a sapere chi sono e cosa voglio realmente e visto che non devo niente a nessuno (ancor meno a chi mi giudica), *dito medio* e FUCK THE SYSTEM!

9. Dove possiamo seguirti?
Utilizzo principalmente Instagram dove attualmente ho ben 4 profili:
ayce_nk (profilo principale).
ayce.ph (profilo Hobby ossia la fotografia).
nk_dogsitter (profilo di lavoro per chi volesse contattarmi per il suo amico a 4 zampe).
kobe_intiboy (il profilo del mio cane).

#IAMNKDTIPS
Anche noi dito medio alto e FUCK THE SYSTEM!!!
Siete d’accordo? Fatecelo sapere nei commenti!

Photos by Miss Sorry.

Vai alla barra degli strumenti