IAMNKD STORIES: WEIRD GIADA
BY: Weird Giada - @weird_giada

È affascinante, è un’artista del make-up ed è una Donna ironica e sorprendente.

Avete già capito che sto parlando di Weird-Giada.

Il destino ha permesso che Miss Sorry la incontrasse in una calda giornata d’estate o forse era una fredda giornata d’inverno mentre cadevano le foglie in autunno, insomma ora non riusciamo a risalire al momento di questo magico incontro. Ma quello che è importante per tutta la community è che da lì sia partita una conoscenza che ha portato Giada ad essere prima un’amica e poi una valida collaboratrice all’interno del magico cosmo colorato di I Am Naked on the Internet.
Quindi eccoci qui a sbirciare attraverso i suoi pennelli per saper qualcosa più di lei!

1. Ci sono delle differenze nel creare un make-up con una modella fashion piuttosto che con una a alternative model? C’è una maggiore libertà per la tua arte di creare dei trucchi particolari o la make-up artist deve comunque rispondere alle esigenze del fotografo o dello stilista?
Solitamente le modelle fashion non hanno potere decisionale, quindi il trucco per loro viene concordato in fase di briefing con stylist e fotograf* o brand (nel caso di lavoro commerciale).
Le modelle alternative invece vengono scelte proprio per la loro linea estetica legata al personaggio che interpretano, un’immagine che cerco sempre di mantenere il più fedelmente possibile.
Il potere decisionale del make-up artist invece dipende dal progetto. Nella maggior parte dei casi quando arrivo sul set il trucco è già stato deciso. Invece se mi propongono un lavoro d’insieme, mi viene prima proposto un moodboard che descrive le suggestioni che dovrà avere il progetto e, in quel caso, posso proporre il make-up in linea con lo stile scelto. Ovviamente, se si sceglie di lavorare con un* determinat* make-up artist è perché si ha una visione estetica comune e si ha fiducia nel suo lavoro e nelle sue capacità.

2. Come avviene il passaggio da dietro al pennello a davanti al pennello, ossia come si passa da essere la truccatrice ad essere quella che in foto esibisce attraverso il proprio corpo il make-up? Quando è successo per te è stato naturale o c’è stato almeno all’inizio dell’imbarazzo?
Ho sempre preferito stare dietro alla videocamera. Vengo dalla Moda, io che proprio Moda non sono, risulto sempre appariscente e ho sempre avuto paura che questa mia personalità ingombrante oscurasse il mio lavoro.
Poi quando per caso mi sono ritrovata ad essere io a posare, ho compreso che è proprio la mia personalità a supportare il mio lavoro.

3. Giada ha due cani, alcune cocorite e delle cavie, il prossimo arrivo potrebbe essere uno scimpanzé? A parte gli scherzi abbiamo capito che stai molto bene con gli animali, a volte e quasi meglio che stare con gli esseri umani?
In realtà vorrei tantissimo una lontra e ho anche fatto un corso di falconeria perché ero lì per prendere una civetta, ma poi non ho potuto per diversi fattori.
Comunque scherzi a parte no, non preferisco gli animali agli esseri umani. Mi piace avere animali, mi piace accudirli, ma non sono affatto dei ‘surrogati’ di qualcosa o qualcuno.
Ho bisogno di stare con i miei simili!

4. In I Am Naked on the Internet, il meraviglioso progetto che ha creato Miss Sorry, tu oltre che un’amica, sei una delle collaboratrici principali, ti aspettavi quando hai aderito che ci sarebbe stata questa crescita esponenziale e in poco tempo tu e tutta la community di IAMNKD sareste diventati un punto di riferimento per tantissimi esseri umani, che attraverso le vostre pagine possono finalmente sentirsi liber* di essere se stessi?
Assolutamente no! Dico sempre che io e Miss Sorry siamo affinità elettive! Ci siamo conosciute per caso e ci siamo piaciute subito. Quando mi ha parlato del progetto (che era ancora in fase di costruzione) me ne sono innamorata, sembrava che stesse parlando di me e di tante persone che avevo conosciuto e che ogni giorno combattevano contro gli stessi pregiudizi. Perciò quando c’è stato bisogno, è stato un onore prenderne parte attivamente!

5. Tu sei molto attiva nei social ritieni che la censura che è presente negli ultimi tempi potrebbe diminuire viste le grandi proteste o rimarranno inascoltate?
Temo che per l’immediato futuro rimarranno inascoltate. Non sono contro una minima censura a tutela degli utenti, soprattutto minorenni. Mi lascia perplessa l’arbitrarietà con cui viene applicata! Com’è possibile che una foto di un corpo nudo sia più censurabile di un post che inneggia all’odio?
Mi è capitato più volte di segnalare post sessisti o classisti e non sono mai stati rimossi, però guai a condividere un seno nudo!

6. Salutaci con l’ironia che è un tuo grande pregio!
Posso salutare la mia mamma, che mi sta guardando da casa?
Ciao mammaaaaaaaa!

Un grazie speciale a @madamescrive per aver curato questa intervista.

Photos by Miss Sorry.

Vai alla barra degli strumenti